Background Image

La preghiera e la lode vivificano la nostra vita

Carissimi,
entrare in preghiera significa vivere alla presenza di Dio; la preghiera ci fa comprendere l’amore di Dio e il suo parlare al nostro cuore nel quotidiano.
Pregare significa amare; senza la preghiera il nostro vivere è spento e insipido. Pregando noi percepiamo che la provvidenza del Signore è amorosa e attenta al nostro vivere, al nostro operare.
La nostra preghiera parla, sotto l’impulso dello Spirito Santo, al cuore di Dio, e permette al Signore di parlare al nostro cuore. La preghiera è fede parlante ed è carità operante. San Paolo ci dice stupendamente: «Tutto avvenga nel nome del Signore Gesù, rendendo grazie per mezzo di lui a Dio Padre» (Col 3,17).
La preghiera, se fatta con fede e amore, si estende in tutta la vita. Pertanto: «Sia dunque che mangiate, sia che beviate, sia che facciate qualsiasi altra cosa, fate tutto per la gloria di Dio» (1Cor 10,31).  
Sedendo a tavola, preghiamo; prendendo il pane ringraziamo chi ce lo dona; rinfrancando con il vino il corpo stremato, ricordiamo chi ci porge questo dono per rallegrare il nostro cuore e sostenere la nostra debolezza.
Al termine di ogni giorno ringraziamo Colui che ci dona il sole per lo svolgimento delle opere diurne e ci elargisce fuoco e luce per illuminare la notte… La notte poi ci porta altri motivi per pregare.
Carissimi, nella preghiera e nella lode al Signore noi sperimentiamo la gioia di sentirci amati intensamente dall’amore di Dio, Padre buono e tenero, da Cristo Gesù, manifestazione dell’amore del Padre donato a tutta l’umanità e dall’opera sempre attiva dello Spirito Santo. Pertanto, la preghiera e la lode devono sempre coinvolgere tutta la nostra vita: non c’è vita senza amore! Non c’è lode senza amore!
San Paolo ci dice in merito: «Pregate incessantemente con ogni sorta di preghiere e di suppliche nello Spirito, vigilando a questo scopo con ogni perseveranza» (Ef 6,18), cioè “pregate senza stancarvi mai”.
Allora dobbiamo imparare a elevare a Dio, Padre buono, la preghiera laudativa. Che bello pregare il “Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo”!
Al termine degli inni e dei Salmi così stupendamente preghiamo: “Sia gloria al Padre, al Figlio, sia onore allo Spirito Santo, all’unico e trino Signore sia lode nei secoli eterni”. Poi c’è la bella preghiera del “Gloria a Dio nell’alto dei cieli”.
Mediante Cristo Gesù, nello Spirito Santo, si fa azione di grazie, di memoria, di invocazione e di intercessione che sfocia nella gloria: “Per Cristo, con Cristo e in Cristo, a te, Dio Padre onnipotente, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli”.

Vi auguro un buon anno nuovo ricco di benedizioni del Signore.
Con affetto. 

Don Adriano

Salva

Salva

Salva

Salva

MENSA DEI POVERI

Via Belfiore 12, Torino
Guarda la mappa


Distribuzione pasti freddi:
domenica e festivi - mattina (ore 9-12).
Tutto l'anno

Distribuzione pacchi famiglia:
mercoledì pomeriggio dalle 14 alle 16

Mensa preserale calda:
dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19

CENTRO DI ASCOLTO

Corso Regina Margherita 190
10152 Torino
Guarda la mappa
T 011 4377070
info@cenacoloeucaristico.it

Orario di ricevimento:
Lunedì dalle 7,30 alle 10,30
Giovedì dalle 13,30 alle 17,00

CASA DI SPIRITUALITÀ

Monastero Abbaziale Cistercense di Casanova. Carmagnola (Torino)
Guarda la mappa

T 011 979 52 90

Aperto ogni domenica e festivi dalle 15 alle 18.
Don Adriano riceve il sabato dalle 6,30 alle 11. Segue celebrazione eucaristica.

Per partecipare alle celebrazioni a Casanova, presiedute da don Adriano, è possibile prenotare il pullman telefonando a Michelina n° 3492238712. Partenza da Settimo T.se ore 13,00 – da Piazza Maria Ausiliatrice – Torino ore 13,45.

Dove c’è vero amore di Dio c’è sempre servizio per l’uomo, un servizio, però, fatto con gioia, con umiltà e con tenerezza. 

(Don Adriano)