Background Image

Il Buon Pastore

Sintesi dell'incontro del primo venerdì 5 maggio 2017
Tema: Il Buon Pastore (Gv 10,1-16)
Dalla Catechesi della d.ssa Maria Rita Marenco - Teologa biblista - Facoltà teologica - Torino

Il cap. 10 del Vangelo di Giovanni ci presenta Gesù come un pastore che cura le sue pecore perché le ama, le conosce e le ama indipendentemente dal loro valore. Possiamo chiamare questo brano il «vangelo del Buon Pastore». Il pastore buono entra nel recinto delle pecore attraverso la porta, vale a dire Gesù entra presso di noi, nel nostro cuore, con rispetto, con amore per non rubarci nulla, anzi per farci dono di lui. Invece, il ladro e il brigante entrano scavalcando il recinto, vogliono entrare nel nostro cuore molti falsi pastori, falsi maestri che vogliono rubare il nostro cuore proponendoci molte false speranze, falsi beni e con astuzia ci vogliono ingannare, promettendo false felicità. Le pecore ascoltano la voce del pastore buono che le ama, vale a dire accolgono il pastore, che le chiama una per una perché le conosce.

Anche noi dobbiamo aprire il nostro cuore all’ascolto del Pastore Gesù. Lui chiama noi uno per uno, perché ci conosce, ci ama. Come dice la parabola: «chiama le sue pecore una per una, le conduce fuori… e cammina davanti a loro, e le pecore lo seguono perché conoscono la sua voce».

Gesù entra nel nostro cuore con rispetto, ci chiama perché ci ama nonostante le nostre piccolezze, i nostri rifiuti, le nostre mancanze. Ci chiama per mettersi alla guida della nostra vita, perché noi ci affidiamo a lui e lo dobbiamo fare perché sappiamo di essere amati da lui. Sappiamo che Gesù non solo ha offerto la sua vita affinché noi siamo salvi, ma continua ad offrirsi per noi, non ci abbandona. Anzi va alla ricerca di chi di noi è pecora che si è smarrita, di chi fra noi ha perso la strada buona, e lo prende in braccio, se lo porta con sé e lo riporta a casa, sulla via giusta. Perciò dobbiamo affidarci a lui e metterci in cammino dietro al Pastore – Gesù. Perché sappiamo che lui ci conosce e ci ama così come siamo.

Ma non solo, questo vangelo del Pastore ci insegna un’altra verità: Gesù non solo è il Pastore, ma è la porta attraverso la quale ci conduce ai pascoli della vita. Gesù è la nostra guida, perché è la porta attraverso la quale possiamo giungere alla pienezza del bene.

Gesù è la porta del nostro cuore, attraverso di lui noi entriamo in contatto col vero noi, con noi stessi, conosciamo realmente chi siamo, e impariamo a lasciarci trasformare da lui. Solo scoprendoci amati dal Pastore – Gesù, noi possiamo stare in pace con noi stessi. Non solo, se apriamo il nostro cuore a Gesù, impariamo da lui anche ad amare gli altri, ad amare di quello stesso amore che Gesù sa donare al nostro cuore se lo accogliamo. Perché Gesù è la porta attraverso la quale aprirci al mondo, alle difficoltà, aprirci agli altri, e imparare a perdonare.

Il Salmo 23 così loda il Signore: «Su pascoli erbosi mi fa riposare, ad acque tranquille mi conduce. Mi rinfranca, mi guida per il giusto cammino». Gesù insegna che attraverso di lui noi troviamo la salvezza e la pienezza di vita. Solo in Gesù diventa chiaro cosa significa vivere: egli è la porta della pienezza del bene, dell’abbondanza di vita. E Gesù è il Pastore di tutti, di ogni persona a qualunque gregge appartenga, è pastore di ogni essere umano. L’importante è accoglierlo, coltivare nel nostro cuore uno spazio insieme con lui, nella preghiera, nell’ascolto della sua voce, per seguirlo, per mettersi in cammino dietro di lui. Perché lui cammina insieme con noi, soprattutto con quelli fra noi più fragili. Ci aiuta a sanare le ferite, a rigenerare rapporti frantumati, a riconoscerci fratelli perché sa insegnarci ad avere, a nostra volta, un cuore di pastore che sa accogliere l’altro, e superare le divisioni. Amen.

MENSA DEI POVERI

Via Belfiore 12, Torino
Guarda la mappa


Distribuzione pasti freddi:
domenica e festivi - mattina (ore 9-12).
Tutto l'anno

Distribuzione pacchi famiglia:
mercoledì pomeriggio dalle 14 alle 16

Mensa preserale calda:
dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19

CENTRO DI ASCOLTO

Corso Regina Margherita 190
10152 Torino
Guarda la mappa
T 011 4377070
info@cenacoloeucaristico.it

Orario di ricevimento:
Lunedì dalle 7,30 alle 10,30
Giovedì dalle 13,30 alle 17,00

CASA DI SPIRITUALITÀ

Monastero Abbaziale Cistercense di Casanova. Carmagnola (Torino)
Guarda la mappa

T 011 979 52 90

Aperto ogni domenica e festivi dalle 15 alle 18.
Don Adriano riceve il sabato dalle 6,30 alle 11. Segue celebrazione eucaristica.

Dove c’è vero amore di Dio c’è sempre servizio per l’uomo, un servizio, però, fatto con gioia, con umiltà e con tenerezza. 

(Don Adriano)